EPICO19 (Epidemiological and logistic COVID-19 model)

Il tool EPICO19 (Epidemiological and logistic COVID-19 model) è principale risultato dell’omonimo progetto finanziato da ESA. EPICO19 è un applicativo web in grado di supportare tecnici e decision makers di ASL nella gestione di eventi pandemici con un DSS (Decision Support System) semplificando l’accesso, la visualizzazione e la comprensibilità dei dati pandemici in una interfaccia semplice ed intuitiva. Uno dei punti di forza del tool EPICO19 è fornire previsioni a livello di quartiere sull’andamento degli indicatori chiave con una metodologia validata a Reggio Emilia, lo strumento è infatti stato sperimentato per 8 mesi dall’AUSL di Reggio Emilia nel corso del 2021.

ViGIS (Vegetation Index Geographic Information System)

ViGIS è una piattaforma di servizi downstream del programma di osservazione e monitoraggio della Terra dell’Unione europea denominato Copernicus che utilizza informazioni provenienti da una costellazione di satelliti dedicati, chiamati “Sentinelle”, e da decine di altri satelliti, le cosiddette “missioni partecipanti”. ViGIS in particolare utilizza i dati della missione Sentinel-2 costituita da una coppia di satelliti Sentinel-2A e Sentinel-2B.

CAST (Climate Adaptation Support Tool)

Il sistema CAST (Climate Adaptation Support Tool) è stato sviluppato nel progetto IRIS  – cofinanziato dal programma Europeo LIFE. CAST è uno strumento di screening per aiutare le aziende a valutare la loro vulnerabilità dovuta ai rischi indotti dal cambiamento climatico e consente di identificare le misure di adattamento e valutarne l’efficacia. CAST è stato testato in Emilia-Romagna e Regione Lombardia presso varie aziende nella provincia di Modena e Ferrara e da Carlsberg (filiera della birra) in provincia di Varese. Lo strumento è un’applicazione web in grado di analizzare il rischio tenendo conto degli eventi meteorologici passati e degli scenari futuri, consente di identificare le misure di adattamento appropriate in base alle principali vulnerabilità dell’azienda.

maqes

MAQES (Multimodel Air Quality and Environment Suite)

TerrAria, in collaborazione con Enviroware, ha sviluppato la piattaforma modellistica MAQES (Multimodel Air Quality and Environment Suite). MAQES consente la simulazione dei processi di dispersione degli inquinanti in atmosfera, nonché la stima delle deposizioni e delle particelle inquinanti al suolo per la valutazione dell’impatto ambientale e sulla salute della popolazione.

SIMULATOR-ADS-Sistema Integrato ModULAre per la gesTione e prevenziOne dei Rischi Arricchito Da immagini Satellitari

Va nella direzione di una Protezione Civile 2.0 ed è uno strumento di supporto alle decisioni per le Pubbliche Amministrazioni (PA) locali che risponde alle esigenze reali di salvaguardare la popolazione e la ricchezza del territorio (i servizi, le attività, i beni ambientali) e di proteggere ed ottimizzare i sistemi infrastrutturali regionali. Il sistema è implementato per gestire rischi dovuti a cause naturali (per lo più eventi estremi di natura meteorologica e sismica) o di origine antropica (incidenti di natura tecnologica e chimico/industriale).

UTAQ (Urban Tool for Air Quality)

UTAQ Urban Tool for Air Quality

UTAQ (Urban Tool for Air Quality) è un’applicazione web per supportare i decisori della PA: lo strumento matematico produce delle mappe di qualità dell’aria sulla situazione attuale e previsionale per i successivi 4 giorni con dettaglio 10-50 m. Per produrre le mappe previsionali UTAQ utilizza anche i prodotti CAMS: nello strumento sono integrate le concentrazioni di fondo con le emissioni locali. UTAQ è anche un’App mobile che aiuta le autorità a comunicare le strategie urbane adottate e le previsioni sulla qualità dell’aria agli abitanti della città e contribuisce a prevenire l’esposizione al picco dell’inquinamento per i cittadini “sensibili” (es. bambini, asmatici…) fornendo loro la variazione spaziale e temporale della qualità dell’aria sia sulla base della loro posizione (tramite GPS) o percorso desiderato (cioè scoprire il viaggio meno inquinato).

CO20, uno strumento ideale a supporto della pianificazione energetica locale, della programmazione e del monitoraggio delle politiche comunali in tale ambito.

CO20 è uno strumento innovativo e avanzato ideato e realizzato da TerrAria e reso disponibile a partire dal 2011, nato come strumento di supporto per i firmatari del Patto dei Sindaci, chiamati a costruire i bilanci energetico-emissivi del proprio territorio di competenza e a definire un piano di azione concreto per il raggiungimento degli obiettivi fissati dall’Unione Europea. Da subito, il software è stato pensato per consentire di effettuare periodicamente un monitoraggio dell’efficacia complessiva del Piano di intervento, permettendo inoltre di divulgare attraverso il web gli impegni presi dall’Ente. All’interno del software CO20 è stato successivamente integrato un sistema per il monitoraggio in tempo reale dei consumi delle utenze di competenza dell’ente, denominato CO20Plus. Con la presentazione del nuovo Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia, avvenuta a fine 2015, si è aperta una nuova sfida: l’introduzione dei concetti di mitigazione e adattamento ai cambiamenti climatici nella nuova versione del software (CO20Adapt), temi già affrontati da TerrAria nell’ambito del progetto europeo IRIS (Improve Resilience of Industry Sector), il cui obiettivo è il miglioramento della resilienza del settore industriale attraverso azioni di adattamento in sinergia con le politiche ambientali.

ErgApp_illu

ERGApp il software per l’efficienza energetica

ERGApp è un servizio il cloud che supporta l’Energy Manager in tutte le fasi dell’audit energetico, nella definizione del modello, nell’individuazione di possibili interventi di efficientamento e nel loro monitoraggio.

Regional Integrated Assessment Tool +

RIAT+ è un applicativo che supporta i decisori e i tecnici ad individuare le misure di abbattimento ottime per migliorare la qualità dell’aria al minimo costo. RIAT+ consente di utilizzare sia l’approccio di ottimizzazione sia di analisi di scenario. E’ stato sviluppato con tecnologia open-source e con una struttura modulare: ciò gli permette di essere facilmente applicato a diversi contesti. Inoltre la metodologia implementata in RIAT+ considera esplicitamente, nel set di dati in input, le caratteristiche specifiche  dell’area oggetto di studio; per questo motivo RIAT+ è un approccio generale che può essere applicato a diverse regioni in Europa.